SestoToday

Sesto Fiorentino: sequestrate 5000 borse contraffatte, per un valore di oltre 400 mila euro

La merce contraffatta, Gucci e Gabs, era stoccata in due magazzini nell'area dell'Osmannoro. Il titolare dell'attività è stato denunciato per i reati di importazione e commercio prodotti contraffatti

Le borse sequestrate dalla Guardia di Finanza

Sequestrate 5000 borse provenienti dalla Cina per un valore di oltre 400 mila euro. Il sequestro è avvenuto ad opera della Guardia di Finanza di Firenze nell'area industriale dell'Osmannoro nel comune di Sesto Fiorentino. La merce contraffatta, false Gucci e Gabs, si trovava presso una ditta gestita da un cittadino di origine cinese che è stato denunciato all'autorità giudiziaria fiorentina per i reati di importazione e commercio prodotti contraffatti.

Gli uomini delle Fiamme Gialle sono arrivati alla merce dopo avere notato le borse esposte in uno showroom fiorentino. Dal negozio non autorizzato alla vendita degli articoli i finanzieri sono risaliti al grossista che lo riforniva, individuando così i due magazzini dove erano tenute le borse. Sono ancora in corso alcuni accertamenti per risalire ai luoghi di produzione della merce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mick Jagger si trasferisce in Toscana: "E' innamorato, forse rimane"

  • Coronavirus, in arrivo un nuovo Dpcm: stop ai voli, rinvio per le discoteche

  • I borghi più belli della Toscana da visitare assolutamente

  • Marina di Castagneto: fiorentino muore dopo un bagno

  • Entra in funzione 'PagoPA', addio verbale rosa sull'auto: come cambiano le multe

  • Coronavirus, dipendenti senza mascherina: chiuso e multato un supermercato

Torna su
FirenzeToday è in caricamento