SestoToday

Sesto Fiorentino, il 20 novembre selezioni per il servizio civile

Due Progetti:"Le Mete della crescita" e "Felicittà". In tutto i candidati sono 42 su 53 domande presentate. Ai volontari verrà corrisposto un assegno mensile di € 433,80

Sono fissate per il 20 novembre le selezioni per i 16 posti disponibili per il Servizio civile regionale. Due progetti che impiegheranno i 16 giovani in “le mete della crescita” e “Felicittà”.

In tutto i candidati sono 42 su 53 domande presentate. I nove ammessi al progetto “Felicittà” dovranno presentarsi giovedì 20 novembre alle ore 9 presso il Centro per le famiglie il Melograno, via Fratelli Bandiera 6, Sesto Fiorentino. Stesso giorno e luogo, ma alle 15, per la selezione dei 33 candidati al progetto “Le Mete della crescita”.

Il progetto “LE METE della crescita” prevede attività di supporto per ragazzi italiani e stranieri in situazione di difficoltà. Ogni volontario dovrà svolgere 25 ore settimanali, articolate su 5 giorni.

Il progetto “Felicittà 2014”, invece, prevede attività di affiancamento, in ambito scolastico e extrascolastico, in favore di alunni diversamente abili. È richiesto il possesso della patente di categoria B. Ogni volontario dovrà svolgere 30 ore settimanali, articolate su 6 giorni.

Ai volontari verrà corrisposto un assegno mensile di € 433,80

I candidati dovranno presentarsi muniti di un documento di riconoscimento valido. Per tutte le informazioni e gli elenchi ammessi/esclusi è possibile consultare il sito del Comune, nella sezione “Bandi e comunicati”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo scomparso: trovato morto, deceduto in incidente stradale

  • Sangue in Piazza Stazione: accoltellato con una mannaia 

  • La terza e ultima stagione de I Medici: tutte le informazioni

  • Meteo, arriva il primo freddo: le previsioni della settimana

  • Ragazzo scomparso a Firenze, l'appello della madre: “Aiutateci, siamo disperati”

  • Novoli: sorpreso sulla tramvia senza biglietto si mette nei guai da solo

Torna su
FirenzeToday è in caricamento