SestoToday

Morto Don Chiavacci, parroco alla chiesa di San Silvestro

I funerali domani, 27 agosto, alle 15,30 nella chiesa di San Silvestro. Prevista la chiusura di strade per permettere il corteo funebre. Il sindaco Gianassi: "Con lui se ne va una figura di spicco del mondo cattolico"

E' morto ieri mattina, un altro pezzo di storia di Sesto Fiorentino, Don Enrico Chiavacci, parroco di San Silvestro, aveva 87 anni. La parrocchia si trova ai piedi della strada che porta a Monte Morello. Un uomo, uno studioso, un professore di teologia morale alla Facoltà di Teologia dell'Italia Centrale, amico di Padre Ernesto Balducci. Un vita quella di Don Chiavacci impegnata contro la guerra e le sue miserie e nella convinzione che la pace è l'unica scelta possibile.

Don Chiavacci ha collaborato con molto riviste ed era impegnato attivamente con Pax Christi, alla fine degli anni '80 aveva applicato l'autoriduzione al proprio gettito fiscale in modo da sottrarre la sua percentuale destinata alle spese militari. Decisione che poi lo ha portato anche ad essere oggetto di pignoramenti da parte dello stato italiano.

Al cordoglio di tutta la cittadinanza si unisce anche quello del primo cittadino Gianni Gianassi che in un telegramma commenta cosi la scomparsa di questo grande uomo: “Con lui se ne va una figura di spicco del mondo cattolico del dopoguerra teologo morale di chiara fama, si ricorda la sua riflessione appassionata, aperta al futuro e priva di ogni dogmatismo, sui grandi temi della morale, anche in stretto rapporto con le questioni più urgenti posti dall'agire politico in anni di profonda divisione del mondo in blocchi contrapposti, così come il costante impegno, speso senza risparmio di energie e sempre in prima linea, contro la guerra ed ogni forma di violenza e prevaricazione dell'uomo sull'uomo in nome di fini disumani. Con la scomparsa di don Chiavacci - ha concluso il sindaco - scompare una voce libera, critica ed indipendente di cui sentiremo la mancanza”.

ROSSI E RENZI – Il Cordoglio per la scomparsa è stato espresso dal presidente della Regione Toscana Enrico Rossi e dal sindaco di Firenze Matteo Renzi. “La severa voce di don Enrico Chiavacci mancherà a tutti, anche a chi non fa parte della comunità ecclesiale ma, da posizioni laiche, avverte comunque l’urgenza di forti richiami alle ragioni dell’etica in un Paese che, purtroppo, oggi sta drammaticamente facendo i conti anche con le conseguenze di una morale ridotta a moralismo”, le parole di Rossi, che sul sacerdote fiorentino ha aggiunto: “Di don Chiavacci ci piace ricordare il profondo contributo fornito dai suoi lavori e dalle sue ricerche in tema di morale sociale: contributo che lo portò a pronunciare parole nette e chiare contro le guerre e per una pace che deve sempre sapersi confrontare con la giustizia e i diritti umani”. 
“Con don Chiavacci, Firenze e il mondo cattolico perdono una figura significativa”, ha detto il sindaco Renzi. “Teologo morale a livello nazionale – ha continuato – ha fatto sentire la sua voce sui temi etici e sociali, argomentando con rigore e senza polemiche le sue posizioni”.

La Polizia Municipale comunica che domani, in occasione dei funerali di don Enrico Chiavacci, sarà istituito un senso unico in via di Ruffignano e in via delle Portacce nel tratto compreso tra via di Malafrasca e via di Serpiolle dalle ore 13 alle ore 17. La chiesa di San Silvestro a Ruffignano sarà raggiungibile da valle verso monte, da via di Malafrasca o da via Dazzi. Le esequie di don Chiavacci inizieranno alle ore 15,30.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio in appartamento in piazza Indipendenza, strade chiuse e caos traffico / FOTO

  • Firenze Rocks 2020: fan in fermento per la quarta edizione

  • Incidente sull'autostrada A1: feriti e code per chilometri

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Tramvia: come sarà il nuovo ponte sull'Arno / FOTO

  • Scandicci: tubo rotto, allagamento in strada/ FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento