SestoToday

Sfratti: il sindaco Gianassi scrive al Prefetto per richiedere di rinviare la loro esecuzione

Nel solo mese di settembre gli sfratti con forza pubblica saranno 18 ed in alcune famiglie sono presenti anche dei minori

Emergenza sfratti a Sesto Fiorentino, lo aveva annunciato  il vice sindaco Niccoli, che in un 'intervista  a Firenze Today aveva spiegato che “nel mese di settembre gli sfratti che saranno effettuati con forza pubblica sono 13, a questi vanno aggiunti 5 che non è stato possibile eseguire a luglio”.

Anche per questo motivo il sindaco Gianni Gianasssi ha scritto al prefetto Luigi Varratta chiedendo di rinviare l'esecuzione degli sfratti per favorire la gestione dell'emergenza abitativa sul territorio.

“Al fine di evitare un aggravamento della tensione sociale – si legge nella lettera inviata dal primo cittadino - già operante per le ovvie conseguenze della crisi economica, con preoccupanti risvolti sull’ordine pubblico e la sicurezza dei cittadini”.

Un cifra quella riportata dal vicesindaco nonché assessore alla casa che non è definitiva e che potrebbe anche aumentare.

Nell’elenco delle famiglie che a breve subiranno lo sfratto, ve ne sono almeno una decina con minori e che sono presenti nella graduatoria comunale per l’assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica, ma alle quali il Comune non sarà in grado, se non in minima parte, di offrire una soluzione abitativa.

“Le assegnazioni verranno disposte utilizzando il patrimonio già esistente - ha precisato Gianassi - poiché nel breve periodo non sono previste consegne di alloggi di nuova costruzione”.

Un rinvio dell’esecuzione degli sfratti in programma nelle prossime settimane servirebbe a dare respiro all’emergenza abitativa, considerando anche che alla fine di settembre è prevista la pubblicazione della nuova graduatoria dell’Erp.

Negli ultimi tempi il Comune di Sesto Fiorentino ha investito circa 3 milioni di euro di risorse proprie per incrementare con nuove costruzioni il patrimonio di edilizia residenziale pubblica, che è ad oggi costituito da circa 800 alloggi.

“Fino ad oggi tutte le famiglie sestesi in possesso dei requisiti necessari per l’assegnazione di un alloggio hanno sempre trovato risposta all’emergenza - ha concluso il sindaco nella lettera al prefetto - purtroppo la situazione sta precipitando in modo drammatico”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Delirio in Via de'Pucci: chiuso lo Shot Cafè

  • Stazione di Rifredi: ragazza muore investita dal treno / FOTO

  • Crac Costruzioni Margheri: sette condanne per bancarotta

  • Carceri: sesso per i detenuti, chiesto intervento della Regione  

  • San Jacopino: allarme bomba / FOTO

  • Fiorentina: il nuovo stadio a Campi Bisenzio incompatibile con l'aeroporto

Torna su
FirenzeToday è in caricamento