SestoToday

Nuova Comauto apre all'Osmannoro. Speranze per i lavoratori ex filiali Renault?

Dai consiglieri di Rifondazione Comunista la richiesta alla Provincia di Firenze di riaprire l'unità di crisi e contattare il gruppo per vedere le opportunità per i 50 lavoratori in cassa integrazione straordinaria

Una sede della Nuova Comauto all'Osmannoro a settembre. Una buona notizia, visto che il gruppo conta molte concessionarie Renault in Toscana.

L'annuncio di questa nuova apertura, secondo i consiglieri provinciali di Rifondazione Comunista Andrea Calò e Lorenzo Verdi, potrebbe essere l'ancora di salvezza per i 50 dipendenti che dal 28 febbraio al 1 marzo si sono trovati spiazzati dalla comunicazione della casa automobilistica francese di chiudere i battenti. Per il momento tutti i lavoratori sono in cassa integrazione straordinaria, ma la notizia potrebbe “riaccendere l’iniziativa sindacale”.

Dai consiglieri di Rifondazione  oltre alla solidarietà a tutti i lavoratori fiorentini delle ex filiali della Renault per la difficile situazione, arriva anche la richiesta alla provincia di Firenze di riconvocare urgentemente l'unità di crisi e anche di illustrare a che punto è la trattativa dopo il verbale di accordo

"Chiediamo che la Provincia di Firenze - spiegano i consiglieri provinciali di Rifondazione Comunista - si attivi verso il gruppo Nuova Comauto e l’associazione di rappresentanza affinché si renda disponibile a riassorbire i lavoratori espulsi dalla Renault”.    

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Delirio in Via de'Pucci: chiuso lo Shot Cafè

  • Stazione di Rifredi: ragazza muore investita dal treno / FOTO

  • Crac Costruzioni Margheri: sette condanne per bancarotta

  • Carceri: sesso per i detenuti, chiesto intervento della Regione  

  • San Jacopino: allarme bomba / FOTO

  • Fiorentina: il nuovo stadio a Campi Bisenzio incompatibile con l'aeroporto

Torna su
FirenzeToday è in caricamento