SestoToday

Bertocci, a pochi giorni dalla chiusura se ne torna a parlare in Consiglio provinciale

Il Presidente Barducci risponde ad una domanda di attualità della Lega Nord, illustrando gli sviluppi e le novità uscite dagli ultimi incontri tra commissario e parti sociali.

Della situazione della Bertocci di Sesto Fiorentino e dei suoi 39 dipendenti si è tornato a parlare anche durante il consiglio provinciale prima con una domanda di attualità del capogruppo della Lega Nord Marco Cordone e poi con la risposta del presidente della Provincia Andrea Barducci.

“Si è svolto lo scorso 24 luglio una riunione con il Commissario giudiziale, Dr. Sandro Santi – ha spiegato il Presidente che ha la delega per il lavoro – che ha risposto ad alcuni dubbi posti dalle istituzioni, Organizzazioni sindacali ed Rsu dei lavoratori che erano presenti con una delegazione. E’ confermata la cessazione dell’attività di stabilimento ed outlet il prossimo 31 luglio. Il tavolo sarà, comunque, aggiornato, a settembre per fare il punto della situazione. Il 25 luglio si è tenuto, inoltre, un tavolo procedurale per l’ottenimento della CIGS per procedura concorsuale. L’accordo raggiunto prevede un periodo di 12 mesi di Cassa per tutti i dipendenti dal 5 giugno 2013 al 4 giugno 2014”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cordone si è detto solo parzialmente soddisfatto in quanto nella sua domanda c'era anche il dubbio se la Regione possa anticipare questi fondi come spiega in una nota stampa.  "Non si è verificato se la Regione Toscana può anticipare questi soldi degli ammortizzatori sociali nel caso in cui l’Inps non fosse in grado di erogare la Cassa Integrazione. Inoltre – ha spiegato il Capogruppo della Lega Nord in Consiglio provinciale – il Presidente Barducci non ha risposto alla mia domanda, fatta anche dalla Cgil, sull’eventualità di cercare un investitore serio, anche estero, che salvaguardi un pezzo importante ed eccellente della manifattura fiorentina. Dietro ai 39 lavoratori della Bertocci ci sono le loro famiglie e la chiusura di questa azienda impoverisce il tessuto produttivo ed economico di tutto il territorio fiorentino”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Toscana, 3 nuovi focolai. Ordinanza di Rossi: "Contagiati vadano in albergo o multa di 5.000 euro"

  • Coronavirus: si torna a salire a causa dei cluster, 2 decessi e 19 nuovi casi 

  • Gignoro: malore per l'autista Ataf, perde il controllo del bus e si schianta. Chiusa via del Guarlone | FOTO

  • Rissa in spiaggia, denunciati sei giovani fiorentini

  • Emergenza coronavirus non impatta sul mattone: Firenze città più cara d'Italia

  • Coronavirus, dipendenti senza mascherina: chiuso e multato un supermercato

Torna su
FirenzeToday è in caricamento